corteo di bimbi Aism

A Randazzo sfilano i bambini insieme all’AISM

Oltre duecento bambini degli istituti comprensivi “De Amicis” e “Don Milani” hanno sfilato stamane da piazza Loreto a piazza Municipio per dimostrare il loro impegno accanto alle persone con sclerosi multipla anche in queste festività di Natale.
Un lungo corteo colorato dai palloncini rossi regalati dai volontari Aism, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, ai bambini che hanno raggiunto il grande albero di Natale in piazza sul quale erano state posizionate oltre 600 stelline della solidarietà di Aism.
I bambini hanno intonato dei cori natalizi mentre il sindaco Michele Mangione e il presidente regionale AISM, Angelo La Via, sono saliti sul cestello di una gru ed hanno posizionato in cima all’albero rispettivamente la stella cometa con il logo dell’AISM ed il logo del Comune.
“Sono ancora una volta molto lieto di poter dare anch’io il mio sostegno morale a tutte le persone con sclerosi multipla e a tutti coloro i quali lottano per migliorarne le condizioni e la qualità della vita – ha detto il sindaco di Randazzo, Michele Mangione –. Sono felicissimo di partecipare anche a questa manifestazione celebrativa in questi giorni in cui si festeggia il Santo Natale. E mi auguro che, nonostante le ristrettezze in cui ci troviamo a vivere in questi tempi, sia veramente un Natale di Solidarietà. Bella l’iniziativa – e lo dico ancora una volta anche come insegnante – che vede sempre più coinvolto il mondo giovanile e quello della scuola a sostegno, soprattutto – e non potrebbe essere altrimenti – delle categorie più deboli e più svantaggiate”.
mangione e la viaIn piazza i volontari dell’AISM, gli studenti e i genitori per guardare insieme al Natale con gli occhi della solidarietà. Al termine della cerimonia ha avuto luogo la premiazione dei presepi delle scuole.
Cronica e invalidante, la sclerosi multipla è una malattia che dura tutta la vita e colpisce soprattutto le donne e i giovani. Grazie alla collaborazione tra la Sezione provinciale AISM di Catania, impegnata nel miglioramento della qualità di vita delle persone con SM, Randazzo vede tanti giovani impegnati nel volontariato. Giovani che rappresentano un esempio di cittadinanza attiva, di attenzione alle esigenze delle persone con sclerosi multipla del territorio, di impegno nel creare una comunità che accoglie e non ghettizza la diversità.
“Sono contento perché un comune siciliano riesce a sensibilizzare i bambini che sono gli occhi del nostro futuro alla solidarietà – ha detto il presidente regionale. Angelo La Via -. Simbolicamente accendono la speranza per quello che è il nostro obiettivo, ovvero un mondo libero della sm”.



Redazione

Quotidiano on-line siciliano