IMG_2547

Idea Sicilia “non contro, ma essere oltre”

“Se volete iniziamo insieme il viaggio, con la forza della ragione e con le ragioni del cuore, per noi e per i nostri figli”, e citando Marcel Proust-Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi- Roberto Lagalla conclude i lavori della kermesse che ha tenuto a battesimo la sua IDEA SICILIA.

Appena spento il microfono, il già Rettore dell’Ateneo di Palermo corre all’ingresso districandosi tra la folla traboccante, gli hanno fatto sapere che migliaia di persone non sono riuscite ad entrare nella sala appositamente allestita, e lui sente il dovere di ringraziarli personalmente.

L’emozione è forte, non pensava che tantissimi amici fossero ancora li ad aspettarlo, parte un lungo e caloroso applauso che colora di entusiasmo la splendida cornice di Mondello.

Chi ha avuto la possibilità di seguire i lavori si è accorto sin da subito che si tratta di un nuovo modo di interpretare la politica, idee, programmi, testimonianze, competenze, modelli da seguire, soluzioni concrete ai problemi reali della Sicilia, insomma, niente chiacchiere ma la dimostrazione che le cose posso davvero cambiare.

Per Roberto Lagalla è il momento di svoltare, oggi la gente è alla ricerca di credibilità, ed occorre quindi individuare una classe dirigente fatta di volti nuovi, affidabili, di collaudata correttezza e competenza, di provato equilibrio, moralità, esperienza, professionalità e cultura di governo.

IDEA SICILIA -dice Lagalla – non è ne un partito ne un movimento, ma vuole essere uno spazio di animazione politica, un laboratorio di idee e di progetti, per contrapporre la buona politica all’antipolitica e riallacciare un legame con la gente”.

“Ancora – continua Lagalla –  continueremo a parlare ai cittadini e ai territori, e lo faremo anche attraverso un portale dove si potranno depositare idee e programmi”.

Nel suo discorso, Roberto Lagalla è molto deciso, scalda i cuori dei presenti, diversi sono stati i passaggi significativi, come quando sostiene:
“Non vogliamo essere contro, ma coltiviamo l’ambizione di essere oltre”

Nota di colore, forse già riportato sulla stampa, oltre i sostenitori di Lagalla, era presente anche qualche curioso, che passando da un incontro all’altro, è parecchio informato sulle dinamiche politiche siciliane; uno di loro, rivolgendosi ad un amico, fa partire una battuta, “Se fosse calcio, Lagalla batterebbe gli altri per tre a zero”.