assemblea_regionale_ars_palazzo_dei_normanni-535x300

Corsa contro il tempo per approvare la finanziaria

Cosa contro il tempo all’Ars per approvare la finanziaria entro il 30 aprile, data di scadenza del l’esercizio provvisorio. Ma saranno giorni di polemica per far arrivare la coperta lá dove non ce n’è abbastanza.

Diversi infatti i nodi da risolvere, primo tra tutti quello dei disabili.

In aula potrebbero essere presentati alcuni emendamenti in cui si prevede che i 36 milioni di euro messi in campo dal governatore Rosario Crocetta per i disabili gravissimi, fondi che al momento sono gestiti da cooperative per l’assistenza e non dalle famiglie.

Poi c’è il nodo CAS e Anas, diventato ancora più impellente dopo il terremoto che si è abbattuto sul consorzio. Anas dovrebbe acquisire il Cas per un massimo di quote del 51% mentre il resto rimarrà alla regione. Inoltre, sembra essere previsto un “rimborso” di oltre tre milioni e mezzo che la Regione dovrà garantire agli enti – dalle ex Province ai Comuni – che erano titolari di una parte delle azioni del Consorzio autostrade siciliane.

Un altro tema sarà quello della formazione. In base a ciò che la finanziaria approverà, molti degli enti esclusi dall’avviso 8 capiranno il loro destino. Se, infatti, l’assemblea finanzierà altri 31 milioni, ripartiranno nuovi corsi.



Redazione

Quotidiano on-line siciliano