salvin-1739-kaR-U10402168896611quG-700x394@LaStampa.it_

Spostato il comizio di Salvini per paura di contestazioni

Catania – Il comizio di Matteo Salvini, previsto per giorno 20 alle 19 in piazza ad Aci Castello, è stato spostato all’hotel Sheraton per paura di contestazioni.  La notizie è arrivata ieri in serata.

“E’ una vittoria per noi!” – dichiara la rete “Mai Con SAlvini” – “abbiamo dimostrato che Matteo Salvini qui non è il benvenuto.

“Non è il benvenuto chi viene a propagandare le sue idee reazionarie, razziste, fasciste e sessiste.  Un politico bugiardo, che pur di avere i voti del Sud dimentica i decenni di insulti ai meridionali: per questo da settimane organizziamo la contestazione per giorno 20, per opporci a ci viene qui solo a chiedere voti.
Crediamo che questa sia una vittoria importantissima e di cui essere orgogliosi: Salvini è costretto a pagare un hotel privato per potere parlare, perchè le piazze e le strade, tutto il popolo siciliano, non lo vuole e lo respinge. Lo abbiamo costretto ad affittarsi una sala congressi, per la paura di essere contestato. Ha bisogno di nascondersi dai manifestanti per potere fare il suo comizio elettorale: ne siamo orgogliosi!”

Continuano gli organizzatori: “Stamattina, alle 7 di mattina, le case di alcuni organizzatori sono state perquisite da cima a fondo per motivi di “prevenzione.”, nonostante fosse già pubblica la notizia dello spostamento del comizio. L’ennesimo atto di forza verso chi vuole manifestare il proprio dissenso: nonostante le perquisizioni però siamo felici ed orgogliosi di questa vittoria, del fatto che Matteo Salvini non possa stare nelle nostre piazze e nelle nostre strade. Ha vinto l’orgoglio terrone, e nessuna perquisizione, fatta giusto per intimorire, potrà annebbiare questa vittoria!”



Redazione

Quotidiano on-line siciliano