massimino_foto1

Catania-V.Francavilla 1-0. I rossazzurri tornano al successo e si rilanciano in zona playoff

CATANIA-VIRTUS FRANCAVILLA 1-0

MARCATORI: 23′ Di Grazia,

CATANIA (4-3-3) 12 Pisseri; 28 Parisi, 6 Gil, 3 Bergamelli (dal 46′ Mbodj), 20 Djordjevic; 27 Biagianti, 5 Scoppa, 32 Mazzarani (dal 64′ Bucolo); 10 Russotto, 9 Pozzebon (dal 82′ Barisic), 23 Di Grazia. A disp. 1 Martinez, 29 Longo, 26 De Rossi, 25 Di Cecco, 33 Manneh, 21 Fornito, 18 Di Stefano, 35 Tavares. All. Pulvirenti.

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): 1 Albertazzi; 13 Pino, 5 Idda, 3 Vetrugno; 20 Triarico (dal 63′ Triarico), 19 Prezioso, 10 Galdean, 23 Alessandro, 4 Pastore (dal 82′ Gallù); 9 Nzola (dal 74′ Ayina), 27 Abate. A disp. 28 Casadei, 18 Turi, 6 Gallù, 8 Biason, 25 Finazzi, 17 Salatino, 24 Monopoli. All. Calabro

ARBITRO: Cipriani della sezione di Empoli

AMMONITI: Biagianti, Nzola, Pastore


 

Il Catania torna al successo nel deserto del Massimino imponendosi di misura per 1-0 sulla V.Francavilla nel match valido per la 33/a giornata.

Decisivo il gol di Di Grazia al 23′, abile a sfruttare un perfetto taglio dalle retrovie di Russotto, che interrompe un digiuno di punti lungo cinque giornate.

Mister Pulvirenti vara l’ennesima formazione, mettendo fuori Bucolo e arretrando Mazzarani sulla linea dei centrocampisti. In avanti tridente con Russotto, Pozzebon e Di Grazia.

Il Catania spinge subito il piede sull’accelleratore, è Russotto a creare i maggiori grattacapi alla retroguardia ospite. Molto attivi anche Di Grazia e Mazzarani nei primi minuti.

Al 23′ Russotto ispira Di Grazia con un preciso taglio in area di rigore pugliese, il numero 23 etneo batte Albertazzi con un pallonetto chirurgico che non lascia scampo all’estremo difensore ospite.

Al 32′ ci prova Biagianti con una girata in area, respinge Albertazzi.

Prima della fine del tempo si fa male Bergamelli, al suo posto il giovane Mbodj.

Nella ripresa mister Pulvirenti non cambia nulla ma il Catania si abbassa pericolosamente concedendo agli avversari campo e possesso palla.

La squadra ospite spinge e sfiora il gol in più di una circostanza. All’83’ occasionissima per Barisic (subentrato a uno spento Pozzebon) che arriva tardi all’appuntamento con il raddoppio servito dall’ottimo Di Grazia sulla sinistra.

I biancazzurri non si disuniscono e cercano sino agli ultimi istanti il pari colpendo una traversa con Ayina, il Catania però resiste guadagnando tre punti fondamentali che rilanciano la formazione di Pulvirenti al nono posto in zona playoff a quota 42.

La più bella immagine è quella che si palesa a centrocampo al triplice fischio, tutta la rosa in cerchio a fare gruppo con al centro Orazio Russo.

Al di la del gioco espresso in campo quest’oggi contavano soltanto i tre punti per smuovere la classifica e arrestare una vera e propria caduta libera della squadra dopo le cinque sconfitte consecutive, vittoria che ci si augura ritempri morale e condizione mentale di questi calciatori, apparsi negli ultimi mesi eccessivamente sottotono per usare un eufemismo.