muos_no_regione

Associazione Rita Atria: “Portiamo avanti la lotta contro il Muos”

L’associazione antimafie Rita Atria ritiene di non commentare la sentenza del Cga che statuirebbe la legittimità del MUOS di Niscemi.
Si limita ad evidenziare che un atto amministrativo ( nelle specie le autorizzazione regionali ) potrebbe essere formalmente legittimo ma ciò non significa che sia lecito dal punto di vista penale, fermo restando il potere del Giudice Penale di disapplicare l’atto amministrativo.
Concetti questi che spiegano e legittimano il sequestro penale del MUOS di Niscemi.
Concetti ribaditi dalla Corte di Cassazione nella sentenza che confermava proprio il sequestro pensale del MUOS.

In data 6 maggio 2016 l’avvocato dell’associazione antimafie Rita Atria, Goffredo D’Antona, ha depositato la lista testi per il processo sulla realizzazione del MUOS.
Processo fissato avanti il Tribunale di Caltagirone per il giorno 20 maggio e dove l’associazione è stata indicata dalla Procura di Caltagirone parte offesa.
Lista testi che indica tra gli altri Raffaele Lombardo e Rosario Crocetta. Nelle qualità rivestite da loro in questi anni.

Il giorno 13 maggio a Catania l’associazione antimafie Rita Atria terrà una conferenza stampa dove illustrerà quello che è stato e sarà l’iter processuale avanti il tribunale di Caltagirone. E tutte le iniziative portate avanti in questi anni per la lotta No MUOS. Esposti, memorie, deposito, video e documentazione che hanno anche queste comportato ( fermo restando in primis le meticolose indagini della Procura di Caltagirone ) il sequestro del MUOS ed il processo per il gli imputati.

Goffredo D’Antona avvocato dell’associazione antimafie Rita Atria



Redazione

Quotidiano on-line siciliano