appalto scotta

Aci Castello: “l’appalto per cui si dichiara il falso”

Sono gli stessi soggetti coinvolti in una serie di appalti con il comune di Aci Castello a raccontare che è stata fatta “una gara dichiarando il falso!” e che i rapporti continuano perché se “tu ti stai mutu, iu mi staiu mutu” pazienza se perdo qualcosa. “I soldi li recupero da un’altra parte” ma soprattutto “non ti posso mettere in difficoltà poi quando tu hai una difficoltà”.

Queste le sconcertati parole degli interessati.

Le cose, però, non sono andate come previsto e “dall’accordo verbale a quello che ha fatto … si è mangiato parte delle condizioni che noi avevamo messo dentro”.

Attendiamo, ancora una volta, l’intervento della Procura ma arriva un altro problema per l’amministrazione Drago, costretta a doversi difendere dagli attacchi politici, derivanti dal caso del Consigliere Russo (NCD), rinviato a giudizio per voto di scambio e dalla problematica del caso “gettonopoli” che incombe su molti consiglieri comunali.